Radio Online | Trasmissione Radiofonica | Successo della Radio | Contattaci | Links

L'invenzione della Radio

L'Invenzione della Radio

La radio ha rivoluzionato il mondo della musica e la nostra quotidianità fin dal momento della sua invenzione: il merito spetta a Guglielmo Marconi, lo scienziato che ha comiciato i suoi esperimenti nella soffitta della sua abitazione cercando di trovare un modo per trasmettere segnali senza collegare fili.

E possiamo dire che ce l'ha fatta in pieno.

Il giovane Guglielmo, nella villa di Pontecchio a Bologna, iniziò i propri esperimenti di ricezione e trasmissione di onde radio.

Così, nel 1896, due antenne a distanza di un chilometro insieme a qualche segnale in alfabeto Morse, contribuirono alla nascita della prima trasmissione radiotelegrafica.

Soltanto nei primissimi anni del Novecento si è potuto assistere alla trasmissione della voce attraverso una tecnica studiata dal canadese Feddenden: all'epoca furono diffusi due brani musicali guidati da un discorso che precedeva la loro messa in onda, dando il via alla radio così come è concepita al giorno d'oggi.

Tutto ebbe inizio nel Massachusetts, negli Stati Uniti d'America.

Con l'andare del tempo vennero sperimentati e realizzati i primi microfoni, strumenti in grado di mutare in correnti elettriche le vibrazioni sonore, in questo specifico caso della voce; fu, in particolare, la versione del microfono di Edison a essere adoperato per incidere dischi.

La radio incassò dunque i suoi primi successi, peraltro immediati data la novità che coinvolse il mondo intero, al punto da registrare oltre trenta milioni di abbonati alla fine degli anni Trenta.

Visita i Nostri Portali
Siti Dove Compro Passatempi Food
Navigare Facile Meteo Prestiti A portata di Mouse Risultati Calcio